Fascisti e collaborazionisti della Bela Garda portano il prigioniero al luogo della fucilazione