Il fascista colpisce una seconda volta